Avis Comunale Rovato OdV

Avis
Comunale Rovato
Associazione Volontari Italiani Sangue
O.d.v.
Vai ai contenuti
CHI DONA   
SANGUE
HA CUORE
INSIEME SI PUO'  donare è semplice e veloce, scopri come:
 

c.f. 91005290175
 
Informare, spiegare, far capire quanto è importante donare il sangue, e quanto sia sicuro, semplice e gratificante.
 Una comunicazione utile, in mezzo a tanto rumore, che comunque necessita di risorse, ……mille grazie in anticipo.  
.
CALENDARIO DONAZIONI LUGLIO 2020
    
Per tutti i donatori - orario: dalle 8.00 alle 10.00
Per le nuove iscrizioni - orario: dalle 9.15 alle 10.00  
MODALITÀ DI ACCESSO ALLA DONAZIONE PERIODICA
Appena arrivato in sede AVIS prendi il numero e compila il questionario di accettazione posto sul tavolo
Non puoi donare nei seguenti casi:
·        Agopuntura: sospensione di 4 mesi dall’ultimo trattamento; nessuna sospensione se effettuata sotto controllo medico (in tal caso occorre presentare specifica certificazione);
·        Tatuaggi, foratura lobi auricolari, piercing: sospensione di 4 mesi
·        Piercing alle mucose buccale e genitale: sospensione di 4 mesi successivi al periodo di applicazione del piercing;
·        Esposizione accidentale a sangue o strumenti contaminati da sangue: sospensione di 4 mesi dall’ultima esposizione al rischio;
·        Raffreddore: sospensione di 3 giorni dalla guarigione;
·        Febbre superiore a 38°: sospensione di 2 settimane dalla guarigione;
·        Estrazioni dentarie, devitalizzazioni ed implantologia: sospensione di 1 settimana e fino a guarigione della ferita;
·        Assunzione di antibiotici e cortisonici: sospensione di 15 giorni dal termine della terapia;
·        Fratture: sospensione fino alla guarigione ed alla rimozione del gesso o impianto tutore;
·        Vaccinazione: sospensione per un periodo di 4 settimane;
·        Interventi chirurgici: sospensione di 4 mesi;
·        Esami endoscopici (gastroscopia, colonscopia, colposcopia, ecc.): sospensione per 4 mesi.

Questi i casi principali; durante la visita comunica sempre al medico qualsiasi elemento relativo al tuo stato di salute.
GIOVEDI'
2
DOMENICA
19
GIOVEDI'
9
GIOVEDI'
23
DOMENICA
12
DOMENICA
26
LA GOCCIA MAGAZINE:
    



L’esplodere dell’epidemia di COVID-19 ha colpito tutti, modificato radicalmente il nostro modo di vivere nell’immediato e con effetti che saranno senz’altro di lungo periodo. Anche Avis è stata sollecitata in molti modi: ad esempio con un iniziale calo di donazioni, seguito da un’esplosione di solidarietà al grido di #escosoloperdonare.


Forse non tutti se lo aspettavano, ma anche la chiusura delle scuole ha colpito la più grande Associazione di donatori di sangue. Come? Beh, producendo una brusca frenata in uno dei progetti su cui Avis Provinciale Brescia più ha investito negli ultimi anni: l’attività di sensibilizzazione al volontariato e alla cittadinanza attiva rivolta ai più piccoli, ma anche ai quasi-maggiorenni ragazzi delle secondarie superiori.

“Piacere Avis”
Avis è una famiglia numerosa e variegata, che risponde sempre prontamente alle iniziative che la vedono coinvolta. Anche quest’anno la volontà di condividere con le giovani generazioni i valori della donazione e del volontariato è stata fortissima, i numeri parlano chiaro. “Piacere: Avis” – servizio svolto in collaborazione con Centro Studi sul Volontariato e la Partecipazione Sociale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – aveva in calendario 308 incontri in tutta la provincia, un numero che era senz’altro destinato a crescere dato che le “prenotazioni” per maggio e giugno erano ancora aperte.


Accompagnati dai formatori di “Piacere: Avis”, gli Avisini del nostro territorio avevano già realizzato 136 incontri con migliaia di bambini della scuola dell’infanzia, della scuola primaria, ragazzi delle scuole secondarie e studenti universitari, parlando loro della donazione del sangue e dell’importanza di uno stile di vita sano e di spendersi per il volontariato, il soccorso e la solidarietà.


A fine febbraio tutto si è come sospeso. Gli incontri programmati sono stati rinviati o messi in stand-by. Ci si interrogava su come si sarebbe potuto proseguire, su cosa altro il progetto scuola avrebbe potuto inventare per portare Avis alle scuole e, possibilmente, essere di aiuto in questo momento così difficile. Poi è divenuto chiaro che le scuole non avrebbero riaperto, almeno non a breve. Ma anche se Avis Provinciale Brescia ha dovuto a malincuore sospendere il progetto “Piacere: Avis”, sappiamo che non ha smesso di investire sulla scuola.

I nostri video messaggi per i giovani
Saremo pronti a ripartire con rinnovata energia e creatività, non appena sarà possibile, per continuare a diffondere, anche tra i più piccoli, la cultura della donazione. Ma già da ora non vogliamo far mancare un messaggio di positività, speranza e vicinanza a tutti gli alunni che nelle loro case cercando di resistere, di farcela, di concludere il loro anno scolastico. Ecco perché due video messaggi sono stati preparati in questi giorni, e grazie all’interessamento degli Avisini e degli insegnanti arriveranno nelle case degli alunni.


Il primo per ringraziare gli alunni che hanno partecipato al progetto quest’anno. Il secondo per salutare coloro che non hanno fatto in tempo a godere dell’incontro che era stato programmato. Entrambi chiedono agli studenti di tenere duro, li ringraziano per gli sforzi che stanno facendo #standoacasa, e ricordano loro che Avis c’è per tutti coloro che ne hanno bisogno, specialmente in questa situazione di emergenza sanitaria.

Perché la solidarietà non si ferma, mai, e perché, quando l’emergenza sarà finita, avremo ancora più bisogno di giovani donatori e volontari!

Grazie alla grande famiglia avisina
Grazie agli Avisini che hanno creduto e credono nel progetto “Piacere: Avis” e che ci scelgono per essere aiutati a realizzare il loro grande sogno di comunicare con i giovani. E un doveroso ringraziamento va anche ai volontari delle associazioni AIL ed AIDO, che hanno supportato avisini e formatori nel percorso.

Nella nostra memoria e nel nostro cuore
Sapendo di parlare anche a nome degli avisini tutti, esprimiamo infine la nostra vicinanza e le più sentite condoglianze alle famiglie dei donatori che hanno subito la perdita di una persona cara. In questo tempo è doverosa una sensibilità ancora maggiore verso i soggetti più deboli e più colpiti. Proprio perché famiglia, siamo tutti toccati dal lutto. Nelle nostre memorie e nei nostri cuori saranno sempre vividi l’impegno e l’amore dei donatori e dei volontari Avis che non ci sono più, ma che tanto hanno fatto in vita. Alcuni di loro li avevamo appena incontrati proprio a scuola, pieni di energia e di passione per il messaggio di Avis. Grazie per l’esempio che è stato tramandato, e per i valori che sopravvivono al virus e al distanziamento sociale.

Lo staff di “Piacere: Avis”
Emanuele Serrelli, coordinatore, CESVOPAS Centro Studi sul Volontariato e la Partecipazione Sociale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore
Jean Molino, referente organizzativo, Avis Provinciale Brescia
Simone Maffeis, formatore
Linda Seniga, formatrice
Alessandra Vaccari, formatrice
Cristina Zaniboni, formatrice
Sara Fedrigoni, tirocinante
Alessandro Perotti, tirocinante
COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE
    
MODULO DA SCARICARE PER RECARSI A DONARE
    
Riportare come motivazione: "Devo effettuare una donazione di sangue".
In caso di richiesta da parte delle F.F. O.O. mostrare tesserino AVIS e convocazione.
Per scaricare il modulo cliccare col tasto destro e salvare il file sul pc.

A seguito del perdurare della gravità della situazione per quanto concerne il contagio da Coronavirus, negli ultimi tempi molti sono stati gli appelli rivolti da ospedali ed organizzazioni in merito alla necessità di reperire fondi essenziali per l’acquisto di materiale sanitario, protezioni, mascherine e macchine per la ventilazione polmonare da utilizzarsi nei reparti di terapia intensiva degli ospedali.
Solidarietà e Coronavirus
La sezione Avis Rovato, volendo essere solidale con chi è in prima linea nel soccorso degli ammalati e nella loro cura, ha voluto dare un concreto aiuto economico raccogliendo l’appello dell’associazione Rovato Soccorso e dando un contributo diretto anche all’ospedale “Mellino Mellini” dell’Azienda Sanitaria Territoriale di Chiari.
“Data l’attuale emergenza sanitaria, – ha detto il presidente Sergio Maranesi – il consiglio direttivo, facendosi portavoce di tutta la comunità avisina, è stato unanime nel decidere di sostenere queste realtà che svolgono servizio a favore dei cittadini del nostro territorio, convinti che, mai come adesso, sia necessario testimoniare con azioni concrete i valori della solidarietà e della fratellanza umana”.
Avis Rovato, unendosi all’appello dell’Avis Provinciale e Nazionale, invita tutti i donatori a rispettare le giornate di donazione al fine di poter garantire le cure ai malati in terapia e l’esecuzione di tutti gli interventi chirurgici ove sia fondamentale e prezioso il sangue.
Un ringraziamento di cuore a tutti!
                                                                                                                                                                    

ABBIAMO FATTO: ASSEMBLEA GENERALE
    
Abbiamo fatto: FESTA DELL'ALFIERE
Abbiamo fatto: CERIMONIA DI CONSEGNA DELLE BENEMERENZE
Abbiamo fatto: FESTA AVIS 2019
    
Abbiamo fatto: 21° BICICLETTATA TRA AMICI
    
Ritrovo: Chiari - Villa Mazzotti - Ore: 7.30
CAMPAGNA DI PREVENZIONE PER LA TIROIDE
    
Giornata contro la violenza sulle donne
Il sangue si dona, non si versa. La violenza non risolve i problemi, li complica. Esiste un numero verde a cui chiedere aiuto, consiglio, comprensione. Diffondiamolo!      
c_
Abbiamo fatto:


Giornate speciali:


ASSOCIAZIONE VOLONTARI ITALIANI SANGUE - AVIS COMUNALE ROVATO ODV - Via Camillo Golgi, 2 - 25038 Rovato (Bs) - Tel. 030.72.42.435 - E-mail: avis.rovato@gmail.com
Torna ai contenuti